Tavolo autoeditoria

Articoli, fumetti, racconti, poesie, autoproduzioni, storie. Schegge di vita raccolte con cura.

 

CRONACHE RIBELLI

Cronache Ribelli è un almanacco autoprodotto dove i singoli e le moltitudini raccontati nelle sue pagine non sono gli attori della Grande Storia. Non sono re e capi di stato, non sono generali e neppure cardinali. Viceversa sono uomini comuni e straordinari. Comuni perché nella perenne trincea della Storia si sono ritrovati a guardare il campo di battaglia tra i reticolati del filo spinato e non su una mappa nelle retrovie. Straordinari perché disertori di quelle numerose guerre che la società cercava di imporgli e protagonisti dell’unico conflitto che vale la pena combattere: quello per l’emancipazione collettiva.

MAREMMA LIBERTARIA
Partita per caso on line con quattro righe, arriva adesso al n. 24 e passa dai 6-7 lettori del n 1 ai sei-settecento di questo.Ricordo volentieri il convegno su Bianciardi e l’intervista a Tano D’Amico, gli articoli di Alberto Prunetti e i suoi libri, e quelli di Alessandro Angeli e di Luciana Bellini. Ringrazio tutti i suoi collaboratori  spesso involontari, e quelli invece che rilanciamo tra i nostri lettori. Senza prenderci troppo sul serio, figli dell’ironia delle nostre genti. Dalle macchie dell’Alta Maremma, nostra patria il mondo intero, nostra legge la libertà ! Sempre viva l’anarchia!
Libertà Uguaglianza Fratellanza Cinghialanza. A troncamacchioni sulle macerie dell’esistente
“Potrei chiedere agli anarchici. Se c’è una cosa che va riconosciuta agli anarchici è la memoria lunga.Tengono una memoria perfino tignosa di ogni cosa. E’ logico, senza l’ assiduo esercizio di una buona memoria l’anarchia non sarebbe altro che un naufragio eterno. L’anarchia non costruisce nazioni, costruisce mondi”